Fibromialgia, la malattia silenziosa - Blog - Skillin

Fibromialgia, la malattia silenziosa

Fibromialgia

Il dolore è il sintomo predominante della fibromialgia. Generalmente, si manifesta in tutto il corpo, sebbene possa iniziare in una sede localizzata, come il rachide cervicale e le spalle.

Il termine fibromialgia (FM) deriva da “fibro” che indica i tessuti fibrosi (come tendini e legamenti) e “mialgia” che significa dolore muscolare. La fibromialgia è quindi una malattia reumatica che colpisce i muscoli causando un aumento di tensione muscolare: tutti i muscoli (dal cuoio capelluto alla pianta dei piedi) sono in costante tensione.

Spesso il dolore  varia in relazione ai momenti della giornata, ai livelli di attività, alle condizioni atmosferiche, ai ritmi del sonno e allo stress.

Chi è affetto da fibromialgia si sente sempre stanco e si affatica anche per minimi sforzi.

Circa il 90% dei pazienti affetti da sindrome fibromialgica riferisce astenia (affaticamento) moderata o severa, ridotta resistenza alla fatica o una specie di stanchezza che ricorda quella normalmente riferita in corso di influenza o in mancanza di sonno.

Sebbene l’esame obiettivo (visita) sia solitamente nella norma, e le persone possano apparire sane, un attento esame dei loro muscoli rivela la presenza di aree dolenti in sedi specifiche.

Non tutti i medici sono a conoscenza di tale sindrome, ma la maggior parte dei reumatologi (specialisti in malattie dell’apparato osteoarticolare) sa come eseguire la valutazione dei tender points per arrivare ad una diagnosi di fibromialgia.

Sebbene il paziente fibromialgico possa addormentarsi senza grandi difficoltà, la fase profonda del sonno è spesso disturbata. Il sonno può essere leggero con continui risvegli notturni.

I Sintomi

  • disturbi del sonno (sonno notturno poco profondo e non ristoratore)
    • cefalea muscolotensiva o emicranica
    • sensazione di stanchezza (astenia)
    • rigidità mattutina (specie al collo e alle spalle)
    • colon irritabile (stipsi e/o diarrea)
    • parestesie (costituite da formicolii e sensazioni simili a punture)
    • bruciore a urinare
    • sensazione di gonfiore alle mani
    • dolori al torace
    • perdita di memoria
    • difficoltà di concentrazione
    • disturbi della sfera affettiva (ansia e/o depressione)

La Causa

La fibromialgia è una malattia a genesi multifattoriale. I numerosi studi volti a capire le cause della malattia hanno documentato numerose alterazioni dei neurotrasmettitori a livello del sistema nervoso centrale, cioè di quelle sostanze di fondamentale importanza nella comunicazione tra le cellule nervose. La fibromialgia può quindi essere considerata essenzialmente una patologia della comunicazione intercellulare.

Le due caratteristiche principali della fibromialgia sono infatti la iperalgesia e la allodinia.

Per iperalgesia si intende la percezione di dolore molto intenso in risposta a stimoli dolorosi lievi; per allodinia si intende la percezione di dolore in risposta a stimoli che normalmente non sono dolorosi.

La Diagnosi

Non vi è alcun esame di laboratorio o radiologico che possa diagnosticare la fibromialgia. Questi test possono essere utili per escludere la presenza di altre patologie, come l’ipotiroidismo che può causare segni e sintomi simili alla fibromialgia.

Le Cure

Terapia farmacologica, l‘ossigeno-terapia iperbarica, programmi di esercizi di stiramento (stretching) muscolare, tecniche di rilassamento.

Una Malattia Conosciuta da tempo

La fibromialgia era già stata descritta nella prima metà del 1800. Agli inizi del 1900 venne considerata una malattia infiammatoria dei muscoli (fibrosite). Alla fine degli anni ’40 venne esclusa la presenza di infiammazione per cui la FM venne considerata una malattia su base psicologica. Il moderno concetto di fibromialgia e di tender points risale al 1978. Nel 1990 sono stati messi a punto i criteri diagnostici e nel 1994 la diagnosi di fibromialgia è stata accettata a livello internazionale con la cosiddetta “Dichiarazione di Copenhagen”. Si tratta quindi di una malattia conosciuta da molto tempo, ma che solo recentemente è stata meglio definita.

All Comments

  • È purtroppo una malattia che ci logora fisicamente e psicologicamente

    Gabriella 18/07/2017 11:45 Rispondi
  • A Milano è stata riconosciuta come malattia invalidante!

    Rosaria 18/07/2017 11:47 Rispondi
  • la fibromialgia viene presa seriamente in America, li cercano di risalire alla causa scatenante, in italia la maggior parte dei dottori prende i sintomi per depressione, schizofrenia e chi più ne ha più ne metta

    Sandro 18/07/2017 11:56 Rispondi
  • Ne soffro ormai da vent’anni e sinceramente non la sopporto più. …Adesso anche forti disturbi intestinali

    Monica 18/07/2017 11:59 Rispondi
  • Ogni medico consultato mi ha prescritto medicine diverse, alla fine nessuno sa come affrontare questa malattia oscura, nessuno compreso il sistema sanitario gli importa di noi e di come trascorriamo e nostre giornate

    Vito 18/07/2017 14:12 Rispondi

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *